Rassegna Stampa

Si capisce che la partenza é ormai prossima, le notizie di politica e di cronaca si susseguono a grande velocità!

Il Paese più promettente é il Brasile, ma anche gli altri non scherzano e potrebbero rapidamente tornare in vetta ai Paesi più attivi e desiderosi di accogliermi a braccia aperte.

Come dicevo, iniziamo dal più recente, il Brasile! C’è l’imbarazzo della scelta, é stato sufficiente aumentare il prezzo dei biglietti dei trasporti pubblici che s’è scatenata la rivolta generale (e il parallelo con l’Italia scatta automatico, dove aggiungono o aumentano una tassa al giorno, le tariffe raddoppiano e ci tolgono i soldi in tutti i modi, ma al più ci lamentiamo con gli amici).
Scelgo tra i tanti articoli questo, ad esempio, che racconta di morti, saccheggi in tutto il Paese e del Papa che forse non andrà in Brasile a luglio … E che, mica posso fare come il Papa!?!
Sempre in Brasile c’è anche questo fatto interessante, accaduto esattamente e precisamente in una delle spiagge dove vorremmo andare.

Ma passiamo al Venezuela, che in questi mesi post-Chavez sta affrontando una crisi di beni di prima necessità degna dei tempi della perestrojka gorbacioviana. Questo articolo descrive bene la situazione, di carenze alimentari fino alla … Carta igienica! Sarà meglio starmi lontano, nei giorni in cui lo attraverserò!
E anche i preti hanno i loro problemi, col vino che manca per le messe!

Proseguiamo col Cile, dove i terremoti non fanno più notizia essendocene uno a settimana … Però fa sempre piacere leggerlo, ad esempio qui, che é una zona che attraverserò in lungo e in largo.
Se poi diamo un’occhiata al meteo, vediamo che si sta preparando il terreno per accogliermi al meglio, con intense gelate.

Della Bolivia ne avevo già parlato qui, per i blocchi e le proteste dei minatori.
Anche questo Paese si sta preparando ad accogliermi, con una eccezionale e “terribile ondata di gelo” che nei giorni scorsi ha ucciso diverse persone e un crollo delle temperature previsto per i primi di luglio (quando andrò io, c’erano dubbi?!).

In Perù c’è stato un terremoto a Lima qualche giorno fa, ma per il resto nulla di rilevante, mi chiedo che sorpresa stia preparando per accogliermi al meglio!

Poi c’è la Colombia, con pratiche e tecniche vecchie di decenni come i sequestri; é di ieri la notizia che negli ultimi 40 anni ci sono stati 40mila rapimenti, che fanno mille l’anno, ossia quasi 3 al giorno. Non male.

Chiudo con l’Ecuador, del quale non trovo notizie di sorta, tanto che mi sto chiedendo cosa vado a farci!!

Per il resto, tutto tranquillo …

5 thoughts on “Rassegna Stampa

  1. Sei un mito! Leggo il tuo viaggio, le tue impressioni e senzazioni e ti stimo! Parecchio! Se questa non è libertà, cosa altro si potrebbe definire tale! Vai alla grande Fabio.

Commenta l'articolo

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...